Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (GLI)

Uno strumento per l'integrazione ed il diritto all'istruzione

Cosa fa

Il Gruppo di lavoro per l’inclusione (GLI) è istituito con Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 avente per oggetto “Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica” ha, in generale, il compito di collaborare all’interno dell’istituto per definire iniziative educative, di integrazione e di inclusione che riguardano studenti bisogni educativi speciali.

  • rilevare i Bisogni Educativi Speciali presenti nella scuola;
  • raccogliere e documentare gli interventi didattico-educativi realizzati nella scuola anche in rete tra scuole;
  • promuovere il confronto sui casi e supportare i colleghi sulle strategie e sulle metodologie di gestione delle classi;
  • rilevare, monitorare e valutare il livello di inclusività della scuola;
  • raccogliere e coordinare le proposte formulate dai singoli Gruppi di Lavoro per l’Handicap Operativi (GLH) sulla base delle effettive esigenze,  tradotte in sede di definizione del PEI;
  • elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di giugno).

A tale scopo, il Gruppo procederà ad un’analisi delle criticità e dei punti di forza degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formulerà un’ipotesi globale di utilizzo funzionale delle risorse specifiche, istituzionali e non, per incrementare il livello di inclusività generale della scuola.

 

Il Referente del GLI, si occupa di:

  • presiedere, quando necessario e su delega del Dirigente scolastico, le riunioni del GLI;
  • predisporre gli atti necessari per le sedute del GLI;
  • verbalizzare le sedute del GLI;
  • curare la documentazione relativa agli alunni con disabilità e agli alunni DSA, verificarne la regolarità e aggiornare, in collaborazione con la segreteria, i dati informativi (generalità, patologie, necessità assistenziali e pedagogiche, ecc.);
  • collaborare con il Dirigente scolastico alla elaborazione del quadro riassuntivo generale della richiesta di organico dei docenti di sostegno sulla base delle necessità formative degli alunni con disabilità desunte dai relativi PEI e dalle relazioni finali sulle attività di inclusione messe in atto dai rispettivi Consigli di classe;
  • collaborare all’accoglienza dei docenti specializzati per le attività di sostegno;
  • curare l’ espletamento da parte dei Consigli di classe o dei singoli docenti di tutti gli atti dovuti secondo le norme vigenti;
  • coordinare la stesura del PAI annuale.